Una giornata di Feriae Matricularum

12/04/11 | Affreschi » Rubriche

alcolica_artFeriae Matricularum MMXI. Acclamazione Princeps Baliaque Senesium 2011

Sotto questo nome, è iniziata sabato scorso alle 9:30 del mattino la giornata di acclamazione del principe e dei Balìa goliardi.

Una giornata interessante che ha visto le vie della città inondate da fiumi di alcool, riversati per placare la “sete” dei partecipanti alle feriae matricularum, la festa delle matricole.

Per chi non fosse esperto in materia, la goliardia è – come sostengono in molti – il vero spirito che anima le comunità universitarie, ciò che unisce lo studio alla trasgressione. Le Feriae Matricularum sono un’istituzione goliardica il cui accesso è riservato ai soli uomini. La laurea, nella goliardia senese (come in tutte le altre), è equiparata alla morte fisica dell’individuo, per cui – raggiunto tale traguardo – non è più possibile far parte del gruppo.

Sabato scorso alle 9:30 del mattino, come accennato in precedenza, è iniziata la giornata dell’Acclamazione, in cui Guido Marzucchi – “Poppino”- è stato acclamato come nuovo principe. La mattinata era iniziata con l’Alcolica (la rivisitazione ubriaca della famosa Eroica, la corsa ciclistica), i partecipanti hanno cavalcato le vie di Siena in “groppa” ad una bicicletta, il percorso – a tappe forzate – prevedeva la sosta presso alcuni bar… Per bere e “temprare” l’animo del corridore. Alle 12:30, quasi all’ora di pranzo, l’aperitivo al Nannini Conca d’Oro è stata una fermata indispensabile per poter affrontare il resto delle Feriae.


alcolica1alcolica3alcolica4alcolica5alcolica6


Ore 17:00 il momento più atteso: la riunione in Senato per l’acclamazione del Principe. Dopo una lunga ed estenuante seduta, in cui i neuroni dei goliardi hanno combattuto strenuamente contro i solfiti dell’alcool che cercavano di invadere la loro testa, Guido Marzucchi è stato fregiato del nobile incarico.

Alle 19:30 chi vi scrive si trovava a far l’aperitivo dalle parti del centro, certo non mi trovavo lì per caso, sapevo che i goliardi sarebbero passati da quel locale. Già da lontano si sentivano arrivare prima i canti, poi le urla, infine la massa, che dal luogo dove si era riunito il Senato fuoriusciva riversandosi sulle strade; in un percorso che l’avrebbe portata sino al Bar del Corso, per brindare con l’ultimo aperitivo della giornata… Tutto questo prima di concludere, dulcis in fundo, con una festa all’Enoteca Italiana. I fedeli sono arrivati portando tronfio il principe in trono, senza curarsi di nulla e senza recar troppo disturbo. Tra di loro c’era chi, ancora dalla mattina, vagava in bicicletta e chi non si era ancora ripreso dalle bevute di poche ore prima.

La festa, l’elezione, gli aperitivi, il pranzo: il tutto si è svolto in un turbinio di piume, sventolate per acclamare il neo eletto Principe, colui che guiderà gli altri in un nuovo anno di Feriae.

 

12/04/11

MULTIMEDIA
Fotogallery